11th

Cosa raccontiamo

1

Sei a conoscenza del Mind The Bridge? Si tratta di un’iniziativa no-profit partorita dalla mente di alcuni italiani che lavorano in Silicon Valley e che si adoperano perché le migliori idee innovative italiane possano trovare in America il terreno fertile per poter crescere e realizzarsi. L’intento è farle crescere qui in Italia grazie però anche alla “contaminazione” ovvero alla ricerca di eventuali investitori privati e alle opportunità di networking create in Silicon Valley. Non a caso il loro motto è “Trip to the Silicon Valley and Back”.

La selezione delle migliori idee è avvenuta tramite la “Business Plan Competition 09/10″ che ha portato alla semifinale – il Venture Camp ospitato presso Il Corriere della Sera il 6 e 7 Novembre 2009 e trasmesso in diretta streaming sul web – 14 aziende. Dopo la presentazione dei progetti – 10 minuti a testa più 5 di question/answer – solo 7 hanno guadagnato la finale ovvero un periodo di due mesi da trascorrere in California alla ricerca di partner commerciali, industriali e venture capitalist.

Ebbene, come puoi vedere nel fantastico video qui sotto, Prossima Isola si è aggiudicata un posto in finale con la propria idea WhereIsNow.

Noi abbiamo ovviamente festeggiato alla grande per questo riconoscimento, abbiamo bevuto e condiviso questa gioia con la vera forza di Prossima Isola che è costituita dai ragazzi che collaborano con noi.
Finita la sbornia, però, ci siamo chiesti: “come facciamo ad andare in SV per due mesi”? :-)

Di necessità, virtù: ecco quindi l’idea di un blog che ci permetta di raccogliere sponsorizzazioni per la nostra “prossima impronta” in Silicon Valley.
Appena ne abbiamo discusso con alcuni amici (grazie Gabriele, grazie Sasha), ci siamo resi conto che il blog dovrebbe avere anche una missione evangelica: quella di raccontare con articoli, registrazioni audio e video, immagini, ciò che incontreremo in America perché ciò possa servire da stimolo a chi ci vorrà seguire anche più avanti e per dimostrare che i modelli possono e devono essere diversi da quelli che i mezzi di comunicazione tradizionali vogliono imporre ai giovani.
In breve fotografare la nostra esperienza, le nostre difficoltà, gli eventuali insuccessi o soddisfazioni e mostrare questo percorso a quante più persone possibile.
Per timidezza ci sentiamo quasi in difficoltà a dirlo, ma il blog vuole essere davvero un passo verso la necessaria “cultura dell’esempio”.
Attenzione, non vogliamo fare tutto noi.
Anzi, ci farebbe davvero piacere ospitare su questo blog articoli di blogger, imprenditori, giornalisti, ricercatori, consulenti di aziende, investitori privati che vogliano promuovere questa “cultura dell’esempio”.

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , ,

Post correlati